X
Menu
X

Frigorifero: c’è modo e modo!

Frigorifero: c’è modo e modo!

Frigorifero, seconda puntata.
Le casalinghe più esperte lo sanno: il frigorifero non è tutto uguale.
Ci sono ripiani più freddi, altri meno.
E’ un semplice fatto fisico: il freddo tende infatti a scendere, ad andare verso il basso.

Dunque, serve sapere cosa si mette dove.

Il ripiano più alto, ad esempio, è il meno freddo (generalmente tra i 5 e gli 8°): qui vanno conservati cibi come le uova, i formaggi, gli yoghurt, anche i cibi già cotti.

La zona intermedia del frigo varia invece tra i 4 e gli 8°: l’ideale per gli affettati “freschi” (non quelli sottovuoto che andrebbero invece sopra); salumi, anche avanzi di cucina come sughi o verdure cotte.

Il primo ripiano sopra i cassetti di frutta e verdura generalmente non supera i 5°, il che lo rende utile per alimenti più “delicati”, come pesce, carni crude, pollame e altri cibi non cotti.

I cassetti sono fatti per frutta e verdura che, ricordatelo, a temperature troppo basse si rovinano (per questo i cassetti chiusi).

Le temperature più alte (fino a 10°) si riscontrano nello sportello, per questo è organizzato per le bottiglie (vino compreso) e va bene anche per il latte.

Alcuni frigoriferi sono dotati poi di reparti “speciali” in cui viene dichiarata, ad esempio, una temperatura molto vicina allo zero (non parliamo del freezer): qui si possono riporre carni e pesce freschi, crudi.

dm

 

You Might Also Liked