X
Menu
X

Parquet sempre bello: attenti ad acqua e luce

Parquet sempre bello: attenti ad acqua e luce

Prodotti per pulire il parquet di casa ve ne sono a bizzeffe e non staremo qui a ricordarli tutti.
Specifici per il legno, potete tranquillamente scegliere quello con cui vi trovate meglio o, se preferite una soluzione che avete già in casa, basteranno uno straccio e dell’aceto.

Prima spolverate con cura, anche con l’aspirapolvere va bene, poi versate poco aceto in un contenitore d’acqua e passate con il mocio.
Strizzatelo bene che l’acqua non è una grande alleata del parquet.
Se volete essere precise, asciugate subito con uno straccio, in modo da evitare macchie e aloni.
Ricordate sempre che l’acqua si infiltra tra una mattonella e l’altra, creando umidità stagnante che rischia di far gonfiare il legno.
Quindi: ne basta poca.

Altra nemica del parquet è la luce e non è che ci possa far molto.
L’usura: che smorfie fate quando spostate un mobile e vi accorgete che sul parquet è rimasto il segno della sua pluriennale presenza?

Il fatto è che il legno è vivo e soggetto ad ossidazione: luce e aria ne cambiano l’aspetto in maniera diversa a seconda della zona della stanza e della sua usura.
Non c’è molto da fare se non prevenire: ovvero, potreste cambiare posto ai mobili della stanza con una discreta frequenza, così da pareggiare i conti.

In alternativa, decidete da subito che i mobili rimarranno dove sono per sempre (e se cambiate un comò compratelo più grande, mai più piccolo).

Purtroppo, nella vita non a tutto c’è rimedio!!

Share

dm